E' "lana-mania": una knit-house in città [il Cittadino]
Maglia Stampata
domenica 11 ottobre 2009
stampa_il-cittadino-------     CARATE BRIANZA      -------

E' "lana-mania": una knit-house in città
di Alessandra Botto Rossa.
Il Cittadino - 10.10.09

In via Ariosto, una volta al mese, si riuniscono donne provenienti da tutta Italia per seguire i corsi del laboratorio.

Lulù de Angeli aveva all'inizio aperto un negozio, poi è passata a un sito web in cui i contatti sono...

Le corsiste in arrivo da tutta italia che si sono ritrovate sabato • A Carate è "lana mania". Si ritrovano, virtualmente, ogni giorno sul blog del sito internet "Un filo di..". Poi, una vola al mese, si incontrano in carne e ossa, in città, in via Ariosto, ospiti dell'elegante villetta che all'occorrenza si trasforma in knit-bouse, spazio di aggregazione femminile strapopolare in America, con corsi di maglia e shopping oniine. È della caratese Maria Luisa "Lulù" De Angeli l'idea di aprire - primo in Italia, nel 2003 - un knit-cafè in un negozio di lana sotto i portici di via Buttafava. Dal negozio al web il passo è breve e nel 2007 nasce il sito "Un filo di...", primo sito italiano di maglia, che oggi conta 8mila utenti da tutto il mondo. «Poi è scoppiata la moda dei knit-cafè - racconta l'ideatrice - e allora ho trasportato il tutto a casa mia». Le corsiste del laboratorio arrivano da ogni angolo d'Italia. Si conoscono con il soprannome con cui si incontrano sul blog a caccia di consigli e ultime tendenze. Giovanissime e meno giovani, casalinghe o donne in carriera, sono figlie, mogli o madri, unite dal filo rosso che Lulù definisce "lana dipendenti". Cristina, 31 anni, neurologa, prende ogni mese l'aereo da Roma e non perde una lezione: «Qui non lavoriamo solo a maglia, facciamo qualcosa che va oltre gli schemi. La bellezza della lana sta nel costruire qualcosa partendo da zero. Lavorare a maglia non è un passatempo: è una scienza». «E non è certo roba da pensionate», aggiunge Carlotta, 25enne in arrivo da Firenze. «Sia chi frequenta il seminario, che chi frequenta i corsi settimanali - spiega De Angeli - parte da un progetto e lavora su quello, con i consigli dell'insegnante che arriva da Pavia». Alle pareti della stanza che fa da aula di lezione, un'infinità di gomitoli di lana. Si può scegliere tra la manus dell'Uruguay o la kaum dell'Estonia, lane coloraiissime e esclusive, equosolidali ed ecologiche, tinte e filate a mano, che in Italia proprio non si trovano. Cosi come non sono in commercio i ferri particolari che permettono di realizzare i metodi più avanzati. E nelle pause tra una sferruzzata e l'altra nel seminario, le "lana dipendenti" si raccontano, si consigliano e fanno shopping davanti a una tazza di caffè, mentre Luna, il border collie che è la mascotte del gruppo, passa e ripassa sotto le gambe delle sedie che accerchiano il lungo tavolo. «Impossibile resistere. E poi - confidano - amici e parenti ci commissionano tanto di quel lavoro che le scorte non bastano mai».


Aggiungi ai preferiti (1951) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 23143 | Stampa

Commenti (5)
1. 12-10-2009 07:30
Ringrazio la redazione de "Il Cittadino" per l'articolo e l'attenzione prestata nei nostri confronti e la giornalista Alessandra Botto Rossa per aver saputo cogliere lo spirito che ci anima... 
Devo fare alcune doverose precisazioni ed errata corrige... 
Per chi già non lo sapesse, l'insegnante dei laboratori è Aurelia aka monelia, medico di Pavia, "mamma" anche di Luna, la mascotte dei Workshop, Graziella è la maestra dei corsi settimanali di Unfilodi.  
La Knit House non si anima e si "trasforma" solo durante i corsi ed i Workshop. E' un negozio reale e virtuale, che occupa uno spazio tutto suo.  
Nella Knit House ci abita "solo" la lana... 
Errata corrige: Kaum sta per Kauni e Manus sta per Manos ...Sono sviste ;) .
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
2. 12-10-2009 08:55
complimenti
a parte le piccole sviste, mi sembra un articolo molto ben fatto e un po' più serio rispetto alla solita trafila "RusselCrowelavoraamagliaeoraanche noi". 
complimenti lulù! :)
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
3. 12-10-2009 11:18
complimenti
somiglio a Linda Blair ne l'Esorcista
Registrato
gio398
4. 12-10-2009 18:21
Complimenti
Ehi Lulu' non e' che ci diventi una knit-vip????? :) 
Sono contenta per te.....
Registrato
erminia69
5. 17-10-2009 11:13
complimenti
Ed io che già temevo di non poter leggere mai l'articolo! A parte la foto... è davvero carino. Ebbrava la giornalista!
Registrato
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Solo gli Utenti Registrati possono scrivere commenti.
Effettua il Login o Registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright by Arthur Konze
All rights reserved

 
Joomla SEF URLs by Artio